Diese Seite in Deutsch anzeigen. Show this page in english. Mostra questa pagina in italiano.

Alpinismo

Il Große Zunig

Grazie alla sua posizione centrale, il Große Zunig è una delle montagne con vista panoramica più belle dell'Osttirol. Tuttavia il notevole dislivello di 1.628 mt. rende molto difficile la sua ascesa. Perciò per questo tour è richiesta una buona preparazione fisica. Dal parcheggio Guggenberg una forestale porta fino al punto di ristorazione Zunigalm a 1.855 mt.. Il sentiero ben contrassegnato va fino al lago Zunigsee di un verde scuro e continua la salita sulla dorsale ricoperta di fiori sino alla forcella Zunigscharte. La cresta a nordest è molto ripida ma facilmente conquistabile portando direttamente alla cima dove vi attende la meritata ricompensa per tanta fatica. Una meravigliosa panoramica sulle Dolomiti e sul massiccio montuoso degli Alti Tauri.

Informazioni base

Accessibile: in aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Equipaggiamento: scarponi da montagna, attrezzatura da montagna

Il Großvenediger

Con i suoi 3.666 mt. s.l.m., il Großvenediger è la  montagna più alta del gruppo omonimo e la quarta in graduatoria dell'Austria. In gran parte ricoperta di ghiaccio, si trova ai confini tra il Tirolo Orientale ed il Salisburghese. Da Hinterbichl una mulattiera montante porta dolcemente alla Dorfertal ed alla baita Johannishütte ad un'altitudine di 2.116 mt. Un sentiero ben contrassegnato continua per la Defereggenhaus a 2.964 mt. Da quì si vede già il gramolato della glaciazione che arriva considerevolmente abbasso. Dietro al Mullwitzaderl a 3.798 mt. inizia il tratto finale al ghiacciaio in cui servono ramponi, corde da arrampicata ed eventualmente una guida. Via il Rainer Törl raggiungerete la ghiacciata vetta del Großvenediger a 3.666 mt. s.l.m.. Da quì godrete di una magnifica vista a 360 ° sul Parco Nazionale degli Alti Tauri, le Dolomiti che lo circondano, il Dachstein e tante altre montagne.

Informazioni base

Difficoltà: è consigliata una guida 
Equipaggiamento: ramponi, corda da arrampicata, equipaggiamento alpinistico
Condizioni dell'itinerario: ghiacciaio 

Ochsenbug / Kristallkopf

A sud-est del Gruppo del Venediger il tour sulle vette del parco nazionale conquista i 3.007 mt. Benché il Kristallkopf sembri al primo momento inaccessibile, la roccia della sommità del pronunciato Ochsenbug è un bellissimo tour per alpinisti esperti. Partendo da Hinteregg a 1.433 mt. una stretta via raggiunge i prati Nunitzwiesen dove si trovano due piccole casette di legno. Proprio qui la via cambia direzione e segue l'imponente parete nord del Hintereggkogel. La grande croce sul Kristallkopf è un belvedere per eccellenza. La cima rocciosa dell'Ochsenbug non rappresenta alcun problema per alpinisti esperti. Per la discesa si segue il medesimo itinerario.

Informazioni base

Difficoltà: pretenzioso tour, per alpinisti esperti e tenaci
Equipaggiamento: consigliati picconi o ramponi

Il Großglockner

Il Großglockner, montagna più elevata di tutta l'Austria con i suoi impressionanti 3.798 mt. s.l.m. ha già da sempre affascinato escursionisti appassionati. Da Kals ci sono due ascese principali sul Glockner. Ambedue iniziano alla trattoria Alpengasthof Lucknerhaus a 1.920 mt.. Una camminata di 2 ore e mezza conduce alla baita Lucknerhütte a 2.241 mt., poi si prosegue fino alla baita Stüdlhütte a 2.802 mt.. Quì i sentieri si dividono. La salita normale porta via Ködnitzkees al rifugio Erzherzog Johann Hütte ad un'altitudine di 3.454 mt.. È vivamente consigliato di pernottare quì. La mattina dopo raggiungerete la cima dopo un'ora e mezza. Il Großglockner è la vetta più alta dell'Austria ed offre senz'altro la vista panoramica a 360° sull'intera Austria più bella che si possa immaginare. La discesa segue il percorso della salita. La seconda ascesa porta dalla baita Stüdlhütte in circa 1 ora e mezza via "Schere" e Teischnitzkees alla parte iniziale della cresta Stüdlgrat. Nella parte inferiore questo tour ha livelli di difficoltà I e II, in quella superiore in prima linea III  ed in alcuni settori III+. Calcolate dal rifugio alla conquista della cima, condizioni meteo permettendo, ca. 4 ore di camminata ed arrampicate. Con presenza di difficili condizioni l'impegno cresce propozionalmente. La discesa segue la via normale fino allo spallone dell'Adlersruhe e poi a valle. 

(Kopie 2)

Auf Facebook sharen IT
Auf Twitter sharen IT
share on google+

Attualità

Einsteigen und losfahren - Gäste nützen alle Busse in Osttirol kostenl...